Chi siamo

Il Gregory’s Inn

Entrare al Gregory’s Inn di largo Lanciani a Roma è fare un tuffo nella birra, anzi, è ritrovare il vero spirito del pub, un luogo confortevole dove stare in compagnia e bere birra.

Così in una recensione su una rivista di birra viene descritto il Gregory’s Inn il “pub Lanciani”, il pub “rosso”, il pub “delle gemelle”, il “cento birre”, il “pubbetto”, il “pub dei puffi”, e potremmo continuare ancora con i vari “nomignoli” che i nostri clienti hanno dato al pub. Citiamo questo perché riteniamo che la storia di ogni locale sia duplice: come la percepisce chi gestisce il posto e come viene percepita dai frequentatori. E la storia di un locale la fanno soprattutto gli avventori!

Cercheremo di descrivere il “succo” della storia del Gregory’s Inn da parte di chi la gestisce, nella speranza di non annoiarvi, e di farvi cosa gradita!

Come nasce il Gregory’s Inn?

Iniziamo da Alberto.
Alto, moro, un quarantenne curioso, un po’ambizioso e determinato, ma soprattutto stanco di fare caffè! Nel 1974 apre un bar insieme alla moglie Marisita, e nell’arco degli anni decide di renderlo differente dagli altri…con l’aiuto di qualche rappresentante “avanguardistico” come lui, cerca quelle poche birre di origine straniera che arrivavano in Italia e le inserisce nel menù del bar… Alberto continua, cerca, si informa, si documenta su tutto ciò che riguarda la birra di vari paesi del mondo e dal giorno alla notte da vita al Gregory’s Inn (La locanda di Gregorio).

Il 27 Maggio del 1983 nasce la prima birroteca a Roma: il Gregory’s Inn

Le domande erano tante e la paura le accompagnava…il pub è un locale tipico dei paesi del nord, verrà capito a Roma? Piacerà la birra che proponiamo? Imparerà la gente a uscire la sera e andare a bere birra? Oggi queste domande sembrano banali, sciocche, ma in quel periodo a Roma c’erano pochissimi pub e non c’era ancora la “cultura” della birra che c’è oggi. Inoltre si usciva dagli anni di piombo…All’epoca era un azzardo, una prova, un tentativo per sbarcare il lunario, con tutte le riserve del caso…il rischio era alto ma valeva la pena tentare. Lo spirito era guidato dalla passione per la birra, presentare, far conoscere e far apprezzare profumi nuovi, sapori diversi, una nuova cultura del bere. Il tutto veniva accompagnato da un ambiente caldo, familiare e di socialità. E in questa atmosfera veniva offerta una vastissima selezione di birre provenienti da tutto il mondo. Questo è stato e continua ad essere anche dopo la perdita di Alberto. La moglie Marisita prima, e le due figlie poi, supportate dal brillante staff che periodicamente viene rinnovato, continuano a gestire con lo stesso “humour” e la stessa passione un pub che è arrivato alla soglia dei trent’anni.

L’ospite d’onore è sempre la “birra”

Oltre cento etichette si possono trovare in bottiglia esposte in una intera parete del locale, che ti fanno fare il giro del mondo: belghe, inglesi, argentine, tedesche, francesi e così via… le tipologie di birra sono varie, e attirano i palati più esigenti: pils, lager, ale, stout, birre d’abbazia e le introvabili altrove birre “trappiste”. Una proposta che viene portata avanti da tutto lo staff per far conoscere un mondo birraio spesso ancora ignoto. Birre storiche o nuove “invenzioni”, vecchi stili nuove etichette, vecchie etichette nuovi stili, comunque sempre tante e di qualità. Accanto al “fermento” delle birre nuove e delle nuove mode che stanno attraversando il nostro paese, conserviamo sempre le “pietre miliari” del mondo brassicolo. Accanto ai luppoli non poteva mancare un menù gastronomico che spazia dai panini aromatizzati con i liquori a piatti freddi e caldi sapientemente elaborati. il menù gastronomico propone un accostamento brassicolo, ad ogni piatto è consigliata la birra ideale che faccia esaltare sia i sapori del cibo che gli aromi della birra. E per i più golosi i dessert variano e possono essere accompagnati da diversi “spirits”.
Se l’ospite d’onore è sempre la birra, l’atmosfera calda, accogliente quasi familiare e l’attenzione al cliente sono l’anima del Gregory’s Inn che dal 1983 continua ad essere un punto di riferimento per gli appassionati della birra.
Questo in breve il Gregory’s dal 1983 ad oggi che con lo stesso impegno e la stessa vitalità dei primi giorni
“ci aggiorniamo per aggiornarvi, ci documentiamo per documentarvi, selezioniamo sempre la qualità nella speranza di ricambiare sempre la vostra attenzione!!”